Scarica l'ultima versione
di BIBLOS

DANTE BALBO - Psicologo psicoterapeuta, operatore sociale giornalista: La caratteristica che più mi colpisce in questo software è la semplicità d'uso. In particolare dopo una ricerca il cursore si trova già là dove deve essere, mentre la finestra di ricerca si nasconde, senza essere chiusa. La costruzione di una struttura di "ricorrenze" mi ha permesso di rendere velocissimo un lavoro che altrimenti necessiterebbe di ore ogni volta. Anche la stampa braille è diventata un gioco da ragazzi, mentre prima.... dovevo ancora usare le finestre di ms-dos e copiare i file alla lpt.

107 - I campi dei prefissi o dei suffissi braille


I campi contenenti un prefisso o un suffisso braille possono essere editati inserendo esclusivamente dei valori numerici da 0 a 8. Ogni codice, se non diversamente specificato, può ospitare una o più sequenze numeriche indicanti i punti delle celle che lo compongono. Ad esempio il prefisso per i numeri solitamente viene valorizzato con la sequenza "3456" che indica i relativi punti braille che verranno stampati. Tale prefisso può anche essere impostato utilizzando un codice doppio, triplo ecc., come ad esempio "25 3456". Dunque separare le sequenze numeriche con uno spazio significa creare un prefisso o un suffisso con celle braille multiple.

Un prefisso o un suffisso braille può anche essere annullato, cancellando interamente il contenuto del campo. Se si cancella ad esempio il valore del prefisso numerico, per la trascrizione dei numeri non verrà utilizzato alcun prefisso.

Se si desidera trascrivere una cella braille vuota, ossia senza alcun punto braille, è sufficiente scrivere il valore "0".

Se per qualche codice braille si specificano i punti 7 e 8, è necessario che la stampante braille utilizzata supporti la trascrizione a 8 punti.

Chiudi questa finestra


W3 Markup Validator    W3 CSS Validator    Condizioni di utilizzo del servizio    Condividi su Facebook    Condividi su Twitter