DiGrande.it

Non Vedenti, Braille e Tecnologie di Stampa

Questo sito usa Cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare i collegamenti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso.
Leggi la Cookie Policy di DiGrande.it

Gli operatori aritmetici

Gli operatori aritmetici sono particolari simboli che eseguono delle operazioni aritmetiche di base tra uno o più operandi. Per esempio:

- x1 = 50

- x2 = x1+20

Gli operatori aritmetici utilizzabili sono:

- + (più) Addizione algebrica

- - (meno) Sottrazione algebrica

- * (asterisco) Moltiplicazione algebrica

- / (barra) Divisione algebrica

- % (percento) Modulo, resto della divisione algebrica

Gli operatori suddetti sono di tipo binario, perché, per essere applicati, hanno bisogno di due operandi. Per esempio:

- Dot(10+5, 70+20)

- x = 50-30

- l = 5*6

- Dot(x+l/6, 6*l)

Si chiamano unari gli operatori che hanno bisogno di un solo operando. Sono disponibili anche due operatori unari e sono:

- + (più) Rende l'operando sempre con segno positivo (valore assoluto)

- - (meno) Cambia il segno dell'operando (negazione aritmetica)

Per esempio:

- x = 50

- z = -x

y = +z/2

La variabile z conterrà il valore -50 e la variabile y conterrà il valore +25.

Tutti gli operatori aritmetici possono essere utilizzati nell'istanziazione di una variabile, nei parametri di una istruzione o nelle espressioni relazionali. Tutte le espressioni sono valutate da sinistra a destra, senza rispettare la formale precedenza tra operatori. In altre parole tutti gli operatori operano allo stesso livello. Per dare precedenza a delle operazioni possono essere utilizzate le parentesi tonde. Le parentesi operano su espressioni aritmetiche, logiche o relazionali. Le parentesi possono essere annidate e le espressioni più interne vengono valutate per prime. Affinché un'espressione sia corretta, è necessario che il numero delle parentesi tonde a sinistra sia uguale a quello delle parentesi tonde a destra, e che siano correttamente annidate. Per esempio:

- x = 14+8/2

La variabile "x" conterrà il valore 11.

- x = 14+(8/2)

La variabile "x" conterrà il valore 18.