DiGrande.it

Non Vedenti, Braille e Tecnologie di Stampa

Questo sito usa Cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare i collegamenti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso.
Leggi la Cookie Policy di DiGrande.it

Come stampare in braille

Pubblicato il 09/04/2017 00:00 
 

Vi trovate nella necessità di Stampare un testo in Braille e non sapete come fare. Siete insegnanti, avete aperto Google e state cercando una soluzione che vi dia un risultato qualitativamente accettabile in tempi brevi.

Fermatevi un attimo, siete arrivati, la vostra ricerca è stata proficua.

Per Stampare in Braille avete bisogno di due strumenti, uno Software e uno Hardware:

  • Biblos: il Software, un Word processor con la capacità di Stampare in Braille
  • Stampante Braille: una particolare periferica che punzona su carta i caratteri Braille

Il costo di una Stampante Braille è alto, ma seguitemi e forse risolveremo insieme il problema, con molta eleganza.

Le stampanti Braille consentono la stampa in codice Braille di qualsiasi testo. Anche se il funzionamento è simile a quello di una normale Stampante a Inchiostro, grazie a Biblos, che rende simili i passi da compiere per Stampare in Braille, questi dispositivi utilizzano particolari punzoni azionati da solenoidi che imprimono su carta i puntini del Braille.

Con le stampanti Braille è possibile produrre anche forme e grafici, che possono essere utilizzati direttamente o servire da base per la creazione di altro materiale didattico.

I vari modelli di stampanti Braille in commercio si differenziano principalmente per la velocità di stampa e per la possibilità di Stampare in modalità Grafica, in cui la distanza dei puntini a Rilievo è minore rispetto al Braille. Esistono periferiche che consentono la stampa su fogli singoli o su moduli continui.

Per Stampare, una Stampante Braille riceve caratteri già codificati da Biblos. Il compito del Software è trascrivere in modo facile e trasparente il testo comune in caratteri Braille, utili alla Stampante.

In particolare, ciò che fa Biblos è convertire il testo e gli elementi tipografici di un normale Documento Elettronico, applicando determinate regole di trasformazione. Si occupa, per esempio, di inserire il simbolo necessario per indicare le maiuscole (il cosiddetto segnamaiuscole) e quello necessario a marcare i numeri (il segnanumeri). Biblos in più considera e codifica tutti gli elementi tipografici di un Documento, per esempio i comuni stili di grassetto e corsivo, o gli elementi strutturali quali titoli, note, tabelle, elenchi puntati e numerati ecc..

Il Formato delle righe e delle pagine Braille è indipendente da quello del testo di partenza ed è automaticamente prodotto da Biblos, in accordo con le caratteristiche della Stampante Braille impiegata. Per esempio, tra una Pagina A4 di un testo a Inchiostro e la stampa Braille non c’è una corrispondenza 1 a 1, in quanto per ogni Pagina sono necessari circa tre pagine Braille.

Per ottenere un Documento in Braille pertanto è indispensabile una Stampante adatta allo scopo. I costi di queste periferiche non sono proprio accessibili a tutti. Tuttavia si può utilizzare Biblos per predisporre i propri documenti alla stampa Braille, e demandare a terzi la stampa vera e propria dei documenti. Biblos oggi è utilizzato capillarmente in tutta Italia, da privati, associazioni e stamperie. È un Software assolutamente gratuito. Se avete l'esigenza di Stampare in Braille e non avete una Stampante, potete chiedere la disponibilità di qualcuno che nella vostra zona vi possa offrire questo servizio.

Per ulteriore supporto ci si può iscrivere nel Gruppo di Biblos su Facebook.