Download BIBLOS
Biblos è usabile con Jaws e con NVDA

Utilizziamo Cookie di terze parti. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni.

GIACOMO DI BATTISTA - Centralinista: Uso Biblos per scrivere documenti,correzioni, leggere e correggere. Per scrivere ci sono tutte le opzioni che si ha bisogno e che richiede un programma di videoscrittura. Il punto forte secondo me è la parte di correzione, che si avvale di una serie di dizionari, e se ne possono inserire di propri. Si possono cercare errori ciclici con l'opzione delle "ricorrenze" e si può accedere a servizi via internet per verificare termini Si possono inserire segnalibri e si può trasformare il testo in mp3.


Il costo della stampa in braille è stato sempre un mistero. I prezzi per pagina braille sono talmente variabili che, con tutta sincerità, se fossi all'oscuro di questi procedimenti di stampa, neanche io ci capirei qualcosa. Probabilmente quando un insegnante riceve un libro braille, e viene a conoscere i suoi costi, osserva bene il libro alla ricerca di una filigrana d'oro.

Volete davvero sapere quanto costa stampare in braille? Venite con me e ve lo spiego.


Mettiamo un punto fermo: chiunque può stampare in braille, qualsiasi tipo di documento. Per esempio una scuola può stampare in braille lezioni e documenti per gli studenti non vedenti. I testi in prevalenza letterari possono essere stampati senza particolari adattamenti, per gli altri, quelli più tecnici, c'è bisogno di qualche adattamento che dipende dal tipo di testo.


Ma cosa ci vuole per stampare in braille?


  1. Una stampante braille
  2. Fogli di grammatura superiore
  3. Un software adeguato. Ne conoscete uno? (scherzo)

In questi anni ho conosciuto diverse stampanti braille, e le mie preferite sono le stampanti Index. Ad ogni modo si può utilizzare qualsiasi marca di stampante braille, ciò che cambia è la quantità di imprecazioni per metterla in funzione, oltre alla velocità e alla qualità di stampa.


Ok, veniamo al punto dolente: vi giuro che è solo questo, non ci sono altre sorprese.

Una buona stampante braille costa intorno a 12.000 euro.

Un attimo! Un po' scherzo. Quella è la stampante migliore per qualità e prezzo per uso professionale. Per uso domestico o scolastico ci si può accontentare di stampanti il cui costo va da 3.000 a 4.000 euro, a seconda della marca e del modello.

Non lo nego, è comunque una bella botta.


Esistono stampanti braille a foglio singolo e a modulo continuo. Le mie preferite sono quelle a foglio singolo, e vi spiego perché.


I fogli a modulo continuo di grammatura adatta si trovano quasi esclusivamente nei rivenditori di ausili per ciechi. Costano un po'. Dopo la stampa, per ordinare le pagine i fogli devono essere staccati ecc..

Le stampanti a foglio singolo accettano fogli A4 o A3 o di svariate dimensioni. Soffermiamoci sui fogli A4, di cui conoscete tutti la dimensione perché li utilizzate nelle comuni stampanti a inchiostro. I fogli A4 di grammatura adatta li trovate in qualsiasi negozio di materiale per ufficio. Io personalmente li compro via internet, negli store dove costano meno. Il costo va dai 4 ai 5 euro per risme da 250 fogli. Interessante no?


Superato lo scoglio iniziale di come reperire i soldi per acquistare la stampante, problema più per le scuole che per i privati, perché i privati possono riceverla in comodato d'uso dal Servizio Sanitario Nazionale, passiamo alla grammatura dei fogli.


I fogli devono essere di grammatura idonea. La grammatura consigliata va da 140 a 160 grammi/mq. Il braille viene stampato da dei punzoni che battono velocemente sulla carta; se la carta è troppo sottile questa si lacera.


E il software? Naturalmente il software è Biblos, totalmente gratuito. Vi giuro che lo conosco alla perfezione, anche per il fatto che l'ho sviluppato io.

Biblos serve a stampare i documenti con queste stampanti particolari. Converte il testo dei documenti in dati utili alla stampante affinché questa stampi un corretto testo braille.

Una pagina a inchiostro di solito occupa dalle 2 alle 3 pagine braille. Per esempio, avendo un libro di testo di 300 pagine, in braille lo stesso libro avrà 900 pagine.

Stampare 900 pagine braille vi costerebbe meno di 10 euro. Notevole no?


Dimenticatevi che stampare in braille sia una cosa difficile. Le materie letterarie si stampano in braille con estrema semplicità, anche grazie a Biblos. Non è neppure indispensabile conoscere il braille.


Bene, potete tirare il fiato. Nel box più in basso se vi va potete lasciare un commento, oppure potete iscrivervi nel Gruppo di Biblos su Facebook, dove vi darò tutto il necessario supporto tecnico e potremo parlare più ampiamente di questi argomenti.

Back to Biblos Blog or Close this page