DiGrande.it

Blind, Braille and Embossing Technologies

This site uses cookies to personalize content and ads, provide social media features and analyze links. By closing this banner or continuing to browse, you consent to their use.
Read the DiGrande.it Cookie Policy

Stile libero

Fiction, satira, racconti, video, audio... in stile libero.
 

→ Malossi al tempo del Covid: le incombenze quotidiane di una persona con sordocecità

Antonio Russo
11/18/2020 08:00
Non è facile parlarvi in un periodo come questo, quando un virus terribile ci condiziona la vita, quando le risorse umane e materiali sembrano assottigliarsi, quando l'essenza stessa del vivere manifesta una profonda crisi esistenziale: eppure le azioni quotidiane del nostro esistere devono essere raccontate e io sono qui… 349 more words
 

→ Educare le mani a conoscere: Immagini e concetti corrispondenti alla realtà

Giustino de Matteis
11/09/2020 08:00
La persona che non vede, dopo aver colto le prime “sensazioni tattili”, al fine di agevolare e velocizzare ulteriormente la comprensione globale di quel particolare oggetto – è opportuno che richiami subito alla propria mente le forme di altri oggetti analoghi precedentemente conosciuti ed appartenenti alla medesima famiglia. Avendo avuto già… 2365 more words
 

→ Ipovedenti: la nascita di una categoria

Angelo Mombelli
11/02/2020 08:00
Siamo prossimi al centenario di nascita della nostra Unione. In questo secolo di attività, l'Unione ha intrapreso e vinto innumerevoli battaglie a tutela delle persone con minorazione visiva. Una di queste riguarda indubbiamente il riconoscimento di una categoria dimenticata: gli ipovedenti. 1. L'Ipovedente esce dall'ombra È tipico… 6191 more words
 

→ L'Educazione della mano influenza la conoscenza della persona priva di vista

Giustino de Matteis
10/26/2020 08:00
La persona che non vede, per conseguire una conoscenza del mondo reale sempre più ampia, verosimile, anzi corrispondente esattamente al vero, deve educarsi a cogliere, a gestire e ad elaborare tutte le informazioni tattili, acustiche e anemestetiche provenienti dall'esterno sulle varie parti del suo corpo. Tra gli organi sensoriali… 1129 more words
 

→ Che ruolo avrà la Disabilità in questa nuova normalità sotto assedio?

Renzo Coletti
10/19/2020 16:00
Ora che ci stiamo riducendo a cavie di laboratorio, sarebbe più che giustificata una ricerca adeguata sulle finalità della nuova realtà sociale che ci viene imposta. Grandi filosofi ed antropologi ci hanno narrato e anche spiegato la condizione umana e il nostro essere parte del tutto. La scienza oggi ha… 415 more words
 

→ Tecnologie assistive per ragazzi con deficit visivo e disturbi dello spettro autistico

Maria Luisa Gargiulo, Maurizio Gabelli
10/19/2020 08:00
La cecità dalla nascita può comportare un ritardo dello sviluppo psicomotorio, determinato dalla carenza di stimoli sociali e ambientali. Questa anomalia transitoria non conduce, però, a deficit permanenti del funzionamento o a disturbi stabili dello sviluppo, specie quando la deprivazione sensoriale viene adeguatamente compensata sotto il profilo percettivo, esperienziale ed… 3174 more words
 

→ Matematica e disabilità visiva: strumenti tiflodidattici e tifloinformatici

Maurizio Gabelli
10/13/2020 08:00
È innegabile come, perfino tra gli addetti ai lavori, lo studio della matematica sia da sempre considerato, per gli alunni con disabilità visiva, un problema di difficile soluzione ed abbia pesantemente condizionato l'accesso ai percorsi scientifici da parte di intere generazioni di discenti. Questo scritto nasce dall'esigenza, anche… 3021 more words
 

→ Percezioni distorte della disabilità e delle tecnologie assistive a suo supporto

Giuseppe Di Grande
10/12/2020 08:00
Da quando frequento dei gruppi sociali su internet partecipati dalle persone non vedenti, cioè dal 1998, mi sono accorto piano piano di un'opinione comune distorta verso le proprie tecnologie assistive, in particolare i software, con cui gli individui del gruppo manifestano in prevalenza vergogna o dissenso quando si trovano a… 881 more words
 

→ Assistenzialismo e disabilità: il paradigma del "Chiedere" deve trasformarsi in quello dell'Offrire"

Giuseppe Di Grande
10/09/2020 20:00
Sono diventato cieco alla fine del 1995. Ho conosciuto da allora un ambiente diverso da quello in cui ero abituato a vivere, anche perché in quest'ultimo la mia disabilità è stata uno stigma che ha indotto gli altri a trattare con me in modo "diverso". Se oggi sono vedente e… 2041 more words
 

→ Sordo-cecità e metodo Malossi: la comunicazione fondamento della cultura

Antonio Russo
10/08/2020 09:30
Sono passati più di venti anni e il ricordo fa bene alla mente, rischiara il cammino della speranza, aumenta la gioia delle future certezze... allargando le scelte che faremo nella vita. Siamo all'istituto Domenico Martuscelli di Napoli, in quel periodo il tempo si concentrava su alcuni ragazzi sordociechi che… 434 more words