DiGrande.it

Non Vedenti, Braille e Tecnologie di Stampa

Questo sito usa Cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare i collegamenti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso.
Leggi la Cookie Policy di DiGrande.it

La Zucchina: Storia, proprietà nutrizionali e ricette con le zucchine

Pubblicato il 24/04/2021 08:00 
 

La zucchina appartiene alla stessa famiglia delle zucche e, come loro, è originaria dell'America centro-meridionale. La prima domesticazione delle forme selvatiche fu operata dai nativi americani circa 10.000 anni fa in Messico e poi in tutta l'America centrale e nella parte meridionale dell'America del nord. Numerose testimonianze storiche ci dicono che era coltivata già nel 1200 avanti Cristo in Perù. Probabilmente all'epoca venivano consumati i semi, altamente energici e ricchi di proteine, e solo successivamente iniziò la selezione per il consumo dei frutti. La zucchina è arrivata in Europa relativamente tardi, nel sedicesimo secolo, dopo la scoperta dell'America. È stata a lungo un cibo destinato ai ceti poveri.

La pianta produce sia fiori femminili, attaccati ai frutti, sia fiori maschili, riconoscibili dal peduncolo più lungo e consumati come tali (i classici fiori di zucca). Le zucchine, per poter essere consumate, vanno colte ancora immature, quando i semi sono piccoli, e la polpa compatta, bianca, tenera. Il Colore della buccia varia tra il verde scuro e quello chiaro, più o meno screziato. Le varietà presenti in Italia sono numerose; tra esse, la Striata d'Italia, detta anche napoletana e la Verde di Milano, entrambe del tipo lungo, sono le più reperibili in commercio.

Le zucchine, saporite, versatili, Leggere, sono oggi molto richieste grazie forse anche alla nouvelle cuisine, che le ha largamente impiegate. Indubbiamente per il loro valore dietetico, meritano tale fortuna. Si consiglia però di consumarle in stagione, d'estate, quando sono coltivate a pieno campo e non in serra.

Le zucchine si raccolgono d'estate, e la raccolta avviene quando il frutto, la zucchina appunto, si trova ad uno stadio di maturazione assai precoce, ciò perchè in tal modo la polpa è tenera. A maturazione completa, invece, la polpa diventa fibrosa ed amara, mentre i semi diventano sempre più grossi ed invadenti. Quando sono fresche e giovani, le zucchine, che vanno scelte abbastanza piccole, hanno la buccia lucida e tesa, e la polpa ben soda.

La zucchina contiene vitamina C, flavonoidi, acido folico e sali minerali come potassio, ferro e zinco. E' facilmente digeribile, adatta in caso di dieta. Dal punto di Vista terapeutico le zucchine hanno un azione altamente lassativa, antinfiammatoria, diuretica e disintossicante.

Le zucchine sono ottime sia crude che cotte. Possono essere grigliate leggermente, cotte a vapore a fuoco lento, unite al minestrone, impanate e fritte, al forno in gustose torte salate, trifolate o fatte ripiene.

Quando della zucchina si utilizzano i fiori, questi sono i fiori maschi, dal pistillo più lungo, che terminano il loro compito appena dopo l'impollinazione e sono destinati a seccare. Per riconoscerli dai fiori femmina, essi sono attaccati a gambi sottili, mentre la controparte femminile è alla base dei frutti. Devono essere raccolti ancora turgidi, gonfi, con i margini senza arricciature ed il calice appena aperto.

La zucchina è una verdura particolare: di suo si potrebbe definirla quasi insapore: acquosa, scialba. Eppure, poche verdure come le zucchine possono esaltarsi in Cucina se preparate nella maniera appropriata, e nella tradizione popolare essa è molto valorizzata. Nulla come la scialba zucchina in cottura si esalta grazie agli ingredienti con cui si accompagna.

La pianta delle zucchine e' anch'essa commestibile nella tarda primavera, prima che si producano i frutti o quando sono appena formati. Allora le sue lunghe ramificazioni cave aggrovigliate, ricoperte da una peluria urticante, sono tenere, le foglie piccole. Il sapore e' delicato, un po' dolce.

L'ultima curiosità su questo ortaggio riguarda il nome: si chiama zucchino o zucchina? La risposta è entrambi: i due termini sono entrambi corretti. Nel resto del mondo la zucchina è chiamata "Zucchini".

Pennette con zucchine e pistacchi

    Ingredienti per quattro persone:
  • 400 grammi di pennette rigate
  • tre zucchine grandi
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • un cucchiaio colmo di pistacchi
  • parmigiano reggiano
  • Olio extravergine di oliva
  • sale e pepe nero

Pulite e lavate le zucchine, tagliatele a rondelle e soffriggetele in Olio extravergine. Quando saranno uniformemente dorate, tritatele con i pistacchi (tenetene da parte alcuni per la guarnizione e conservate intera anche qualche rondella di zucchina), un filo di Olio extravergine, sale, pepe nero macinato e un ciuffetto di prezzemolo. Frullate il tutto fino ad ottenere un amalgama omogeneo.

Lessate la pasta in acqua bollente salata, scolatela e saltatela in padella assieme al sugo.

Servite con abbondante parmigiano grattugiato, guarnendo i piatti con rondelle di zucchina passate nell'Olio e pistacchi schiacciati.

Zucchine gratinate

    Ingredienti per quattro persone:
  • 500 grammi di zucchine
  • 150 grammi di scamorza
  • passata di pomodoro
  • parmigiano grattugiato
  • pangrattato
  • Olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Pulite accuratamente le zucchine, spuntatele ed affettatele per il lungo. Sbollentate le fette in acqua bollente e salata, raffreddatele quindi sotto il getto dell'acqua fredda del rubinetto ed asciugatele bene.

Ungete quattro piccole terrine individuali che possano andare in forno: fate uno strato di zucchine, uno di passata di pomodoro ed uno di scamorza, fino ad esaurire gli ingredienti. Cospargete di parmigiano e pangrattato, irrorate con un filo di Olio e cuocete in forno preriscaldato a 200 gradi per quindici minuti circa.

Crostini alle zucchine e mozzarella

    Ingredienti per quattro persone:
  • due panini integrali
  • una grossa zucchina
  • 100 grammi di mozzarella
  • tre cucchiai di Olio extravergine di oliva
  • sale e rosmarino

Tagliate i panini in due. Affettate la zucchina, dopo averla ben lavata ed asciugata, e grigliatela. Mescolate, in una ciotola, due cucchiai di Olio con sale e rosmarino tritato ed intingetevi le zucchine. Tagliate la mozzarella a dadini e unitela alle zucchine. Distribuite le verdure ed il formaggio sul pane e servite. Volendo si possono passare i crostini in forno, a 200 gradi per qualche minuto.