DiGrande.it

Non Vedenti, Braille e Tecnologie di Stampa

Questo sito usa Cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare i collegamenti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso.
Leggi la Cookie Policy di DiGrande.it

Il Cetriolo: rinfrescante e diuretico, ortaggio tipico per insalate e piatti freddi

Pubblicato il 05/06/2021 08:00 
 

Originario dell'India, dove alle pendici dell'Himalaya cresce ancora spontaneo, il cetriolo è conosciuto in Oriente da oltre tremila anni, apprezzato in Egitto, coltivato secondo la Bibbia dagli Ebrei nella terra promessa, coltivato dai Greci e tenuto in grande considerazione dai Romani. Continuò, per la facilità della coltura, ad essere utilizzato nel medioevo, costituendo anche un buon alimento dal punto di Vista dietetico, benché alcuni lo ritenessero indigesto.

Il cetriolo è una bacca, cioè un frutto con una polpa che raccoglie dei semi. Il suo nome scientifico è Cucumis sativus. È una pianta annuale erbacea, strisciante, che produce bacche lunghe dai venti ai trenta centimetri, con la buccia verde scuro, liscia o caratterizzata da minuscole protuberanze, di Forma cilindrica, allungata o tondeggiante. La polpa è di Colore verde chiaro, con semi bianchi. La raccolta avviene di preferenza quando il frutto è ancora acerbo, affinché conservi tutte le qualità organolettiche. Le cultivar e gli ibridi accertati sono alcune centinaia, suddivisi in varietà da taglio e da sottaceti: in questo caso la raccolta avviene quando i peponidi sono molto giovani, lunghi solo qualche centimetro.

Il cetriolo maturo, dolce dalla parte del picciolo, si fa amarognolo verso l'estremità opposta. Sono in molti a paragonare, in Sicilia, il cetriolo al matrimonio: dolce all'inizio, si fa sempre più pesante con il tempo. Viene generalmente consumato fresco, prima che raggiunga la sua completa maturazione, altrimenti diventa legnoso ed amarognolo.

Si presenta aromatico, succulento, con polpa biancastra e soda. Unito ad insalate di pomodoro, le rende più fresche e fragranti, lega facilmente con i sapori della cipolla, del porro, del sedano e rientra nella preparazione di alcune salse aromatiche. Quando i frutti sono piccolissimi, questi possono essere conservati sotto aceto, e vengono adoperati per preparazioni agrodolci ed utilizzati quali antipasti.

In Sicilia, se ne fa largo uso nelle insalate, come companatico insieme a formaggi salati, o anche come frutta, a fine mensa. Nella Cucina italiana il loro impiego fresco è limitato alle insalate, a qualche zuppa come la zuppa di cetrioli altoatesina e come ingrediente in alcuni ripieni; sott'aceto accompagna aperitivi ed entra nella preparazione di alcuni antipasti e contorni.

Il cetriolo ha un alto contenuto di acqua, vitamine, sali minerali e acido tartarico che lo rende estremamente rinfrescante, depurante e diuretico. Nonostante il contenuto in micronutrienti sia mediamente inferiore alle altre verdure, il cetriolo fresco è una buona fonte di fibre, tiamina, vitamina A, vitamine del complesso B, acido pantotenico, magnesio, fosforo, potassio, ferro, calcio, iodio, rame e manganese. Rilevante la presenza di vitamina C e vitamina K (concentrate nella buccia esterna).

Il cetriolo è un toccasana per la Pelle, sia che lo si mangi, (o lo si beva centrifugato, magari con la carota) sia che lo si applichi direttamente sulla Pelle tagliato a fettine o sotto Forma di succo. Sulla Pelle ha un effetto rinfrescante, rassodante, astringente, decongestionante. È particolarmente indicato per la pulizia delle pelli grasse: centrifugate il cetriolo, ottenendo 100 grammi di succo; unitevi 50 grammi di acqua di rose, un cucchiaio di Olio extravergine di oliva ed uno di yogurt.

Quando l'acquistate prediligete esemplari nè troppo piccoli nè troppo grandi, verificate che la buccia sia di Colore verde intenso, che non siano avvizziti nè ammaccati, o con striature più chiare. Fate attenzione che i cetrioli siano sodi: se la polpa è molle, vuol dire che è acquosa e ricca di semi, per questo motivo risulterà insipida. La conservazione migliore è in frigorifero, nel reparto delle verdure fino a dieci giorni, anche se è preferibile consumarli immediatamente, così godrete pienamente del loro sapore. Possono, inoltre, essere conservati a fette, sotto sale. Per essere consumato crudo, va accuratamente sbucciato della bella ma indigesta buccia di Colore verde brillante. Quindi va tagliato a fettine molto sottili; le fettine vanno disposte a strati in un colapasta ed ogni strato va cosparso di sale per facilitare lo spurgo dell'acqua di vegetazione. Dopo questo trattamento, il cetriolo perde il Gusto amarognolo e dopo essere stato risciacquato è pronto, sia per essere mangiato crudo che cotto.

Insalata di tonno e cetriolo

    Ingredienti:
  • 300 g di tonno sott'Olio
  • un peperone rosso
  • un peperone giallo
  • un cetriolo
  • una cipolla
  • una manciata di olive
  • prezzemolo
  • Olio extravergine d'oliva
  • succo di Limone
  • sale e pepe

Fate arrostire i peperoni: privateli della Pelle, tagliateli a striscioline e metteteli in una insalatiera. Affettate la cipolla e il cetriolo; tritate il prezzemolo e snocciolate le olive; sgocciolate bene e sminuzzate il tonno; e, versate questi ingredienti nell'insalatiera assieme ai peperoni. Condite il tutto con Olio, succo di Limone, sale e pepe; mescolate con cura e servite.

Raita di cetrioli

    Ingredienti:
  • un vasetto di yogurt naturale intero
  • un cetriolo
  • un peperoncino verde fresco
  • un cucchiaio di coriandolo in polvere
  • un cucchiaino di pepe nero
  • un cucchiaino di cumino in polvere
  • sale

Lavate il cetriolo e tagliatelo a fettine sottili. Tagliate in due il peperoncino, svuotatelo dei semi e tritatelo finemente. Sbattete lo yogurt con una forchetta e, quando sarà ben liscio, aggiungete gli altri ingredienti, sempre mescolando. Il cetriolo va aggiunto per ultimo. Mettete un coperchio al recipiente e lasciate riposare un'ora in frigorifero prima di servire.

Insalata di cetrioli

    Ingredienti:
  • quattro cetrioli freschissimi
  • succo di Limone
  • Olio extravergine di oliva
  • paprika
  • sale e pepe

Pelate i cetrioli, affettateli sottilmente, cospargeteli con sale fino e lasciateli per un'ora a perdere l'acqua di vegetazione in uno scolapasta. Asciugateli un poco tra due tovaglioli ed accomodateli in una insalatiera. Conditeli con succo di Limone ed Olio e mescolate. Al momento di portarli in tavola, spolverizzateli con pepe macinato al momento ed un pizzico di paprika. Mescolate e servite.

Pasta fredda fantasia

    Ingredienti per 4 persone:
  • 300 grammi di pasta corta
  • 300 grammi di pomodori maturi e sodi
  • un cetriolo
  • 40 grammi di olive snocciolate
  • una cipolla piccola
  • 100 grammi di pecorino fresco
  • un rametto di origano fresco
  • Olio extravergine di oliva
  • succo di Limone
  • sale e pepe

Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolatela, mettetela in una zuppiera, conditela con due cucchiai di Olio e lasciatela raffreddare. Lavate i pomodori e tagliateli a spicchi. Sbucciate il cetriolo e tagliatelo a rondelle. sbucciate la cipolla, lavatela e affettatela finemente. Tagliate il formaggio a dadini. In una ciotolina mescolate il succo di Limone con un pizzico di sale e pepe, aggiungete un filo di Olio e battete leggermente gli ingredienti con una forchetta. Unite alla zupiera con la pasta le rondelle di cetriolo, gli spicchi di pomodoro, la cipolla affettata e le olive tagliate a rondelle; conditeli con la salsa all'Olio e aceto preparata e cospargeteli con le foglioline di origano. Mescolatela delicatamente e distribuitevi i dadini di formaggio.

Brezza di cetrioli

    Ingredienti:
  • un grosso cetriolo pelato e tritato
  • due cipollotti tritati
  • una tazza di brodo di verdure
  • un cucchiaino di miele
  • 250 grammi di yogurt naturale magro
  • un rametto di aneto fresco
  • due rametti di coriandolo fresco
  • sale e pepe verde

Mescolate tutto nel frullatore tranne il coriandolo. Servite la zuppa gelata e guarnite i piatti con i rametti di coriandolo.

Cetrioli alla portoricana

    Ingredienti:
  • quattro cetrioli
  • due arance
  • 50 grammi di Olio di oliva
  • un cucchiaio di Farina bianca
  • pepe bianco
  • sale

Pelate con cura i cetrioli e tagliateli in modo da ottenere dei grossi bastoncini. Fateli cuocere in acqua bollente per tre o quattro minuti, lasciandoli al dente. Spremete le arance. Mettete l'Olio in una casseruola a fuoco moderato. Versate la Farina e mescolate senza interruzione per due minuti a fiamma dolce. Aggiungete il succo delle arance. Condite con sale e pepe bianco macinato e mescolate. Versate in casseruola i bastoncini di cetriolo, mescolate bene e lasciate insaporire per un minuto circa su fiamma dolce.