DiGrande.it

Non Vedenti, Braille e Tecnologie di Stampa

Questo sito usa Cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare i collegamenti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso.
Leggi la Cookie Policy di DiGrande.it

Grafica Tattile: L'area e le coordinate di disegno

Aggiornato il 17/01/2024 08:00 
 

Quando parlo di Grafica Tattile molte volte dò le cose per scontate, descrivendo le istruzioni come se tutte le persone padroneggiassero questo argomento. Al contrario diverse volte mi sono trovato di fronte a persone che, pur desiderose di imparare, non avevano proprio le basi per il Disegno Vettoriale e non comprendevano concetti basilari come area di Disegno, coordinate e punti. Questo forse è dovuto al fatto che sono persone non vedenti, quindi poco formate per svolgere correttamente queste operazioni. In questo articolo affronto l'argomento, spiegandolo o tentando di spiegarlo in modo semplice, per persone che partono da zero. Gli strumenti che ci serviranno saranno il tuo Monitor, quello del tuo Computer desktop o del tuo portatile, e un Foglio. Ti chiedo solo di seguire la mia spiegazione, facendo esattamente le operazioni che ti indicherò di fare: il movimento delle tue mani e il tuo Tatto saranno utili per imprimere nella tua mente i concetti che ti spiegherò.

Tocca il rettangolo del tuo Monitor, quella parte interna, la superficie dove appaiono le immagini. Tocca l'angolo in alto a sinistra; sposta la mano e in diagonale raggiungi l'angolo in basso a destra; poi vai in alto e raggiungi l'angolo in alto a destra; percorri con la mano la superficie del tuo Schermo. Quella che hai appena toccato è l'area di Disegno. Tutti i disegni vengono formati là dentro tramite una penna virtuale.

Ora prendi un Foglio A4, appoggialo in una parte qualsiasi dello Schermo, con i lati del Foglio in parallelo coi lati dello Schermo. In altre parole ti ho solo detto di metterlo dritto. Considera ora che la tua area di Disegno sia solo il Foglio. Il concetto è identico a quello dell'area di Disegno di tutto lo Schermo, abbiamo soltanto ristretto il Disegno a una superficie più piccola, superficie che comunque si trova all'interno dell'area di Schermo più grande. Ti ho appena fatto toccare cos'è una finestra di Windows. La finestra è l'area di tutto il Foglio, un pannello in cui è possibile mostrare qualcosa, contenuto all'interno dell'area globale dello Schermo.

Biblos disegna il grafico Tattile dentro una finestra. Immagina che Biblos disegni nel Foglio che hai appoggiato sullo Schermo, indipendentemente dalla posizione del Foglio. Il Foglio puoi spostarlo verso destra, verso sinistra, verso l'alto o verso il basso, ma la sua area sarà sempre quella, cambierà solo la posizione del Foglio all'interno dell'area di Schermo. Ti ho appena spiegato il concetto di trascinamento o riposizionamento di una finestra. Fai delle prove, spostando il Foglio all'interno della superficie dello Schermo, immaginando che stai trascinando una finestra di Windows da una parte all'altra. Forse ti viene spontaneo arrivare a capire che, quando ingrandisci una finestra, non fai altro che Ingrandire tutto il Foglio e farlo diventare esattamente quanto tutta la superficie dello Schermo. Fai uno sforzo di immaginazione: immagina che il Foglio si ingrandisca e diventi quanto tutto lo Schermo. Hai appena cliccato sull'Icona di ingrandimento che è posizionata vicino all'angolo superiore destro della finestra. Quindi fai l'Operazione contraria, cioè ripristina la finestra a dimensioni normali, e il Foglio ritorna magicamente di Dimensione A4, quello che hai in mano.

Il Foglio è la tua area di Disegno. Te la apre Biblos sullo Schermo quando entri in Grafica Tattile. Ora sai che hai un Foglio dentro lo Schermo su cui puoi disegnare. Il Foglio ha delle dimensioni. Certo, il Foglio A4 con cui ti sto facendo fare queste prove misura 21 centimetri in orizzontale e quasi 30 centimetri in verticale. Ti ho appena aggiunto altri due concetti: orizzontale e verticale. La Dimensione orizzontale è quella che va da sinistra a destra della tua finestra, la Dimensione verticale è quella che va dall'alto in basso. Orizzontale e verticale sono due concetti molto importanti, in Grafica Tattile si utilizzano sempre, anche se vengono chiamati in altri modi che più avanti ti spiego. Quindi il tuo Foglio ha una Dimensione orizzontale e una Dimensione verticale. Quello che hai in mano puoi ridimensionarlo solo con l'immaginazione, o ritagliandolo con delle forbici, ma il Foglio virtuale che hai dentro lo Schermo puoi dimensionarlo a tuo piacere. Puoi dimensionare a tuo piacere l'area Grafica su cui disegni, anche se dovresti rispettare le dimensioni che vuole la tua Stampante... ma a questo non pensarci. La Dimensione orizzontale del tuo Foglio si chiama larghezza, quella verticale si chiama altezza. Le dimensioni del tuo Foglio virtuale puoi stabilirle dalle impostazioni Braille di Biblos, dove dentro la scheda Generale trovi i campi "Larghezza grafico" e "Altezza grafico".

La larghezza e l'altezza sono dimensioni espresse in punti tattili. Immagina di dividere il tuo Foglio in X punti orizzontali e Y punti verticali. Facciamo finta di dividere il Foglio che hai in mano prima in orizzontale in tanti piccoli quadratini. Percorri col dito il Foglio da sinistra a destra. Su tutto quel Percorso facciamo finta che ci sono in fila 100 quadratini. All'interno di ogni quadratino viene disegnato un punto Tattile. La stessa cosa falla in verticale, dall'alto verso il basso. Puoi renderti conto che ora abbiamo diviso il tuo Foglio in quadratini, sia in orizzontale che in verticale. Praticamente ne abbiamo fatto una griglia. All'interno di ogni quadrato della griglia può essere disegnato un punto Tattile. È un po' come se giocassi a battaglia navale, dove puoi posizionare all'interno della griglia le tue navi, più o meno grosse. Nel nostro caso possiamo disegnare punti tattili, componendo varie figure geometriche.

Ogni quadrato della griglia ha una posizione ben precisa. Possiamo dire che la posizione di un quadrato viene identificata con una coppia di valori dette coordinate. Abbiamo una coordinata orizzontale e una coordinata verticale. Il Disegno di un punto Tattile avviene sempre mediante le sue coordinate. La coordinata orizzontale viene nominata X, mentre la coordinata verticale viene nominata Y. Una coordinata per essere visibile deve rientrare dentro l'area di Disegno, cioè rientrare nella larghezza e nell'altezza che abbiamo dato all'area di Disegno.

Tocca il Foglio a sinistra. Immagina di star mettendo il dito in un quadratino. Il primo quadratino a sinistra ha sempre la coordinata 0. A questa regola non si sfugge. Se vuoi disegnare un punto tutto a sinistra la coordinata orizzontale è sempre 0. Ora porta il dito tutto a destra, lentamente. Immagina che i quadratini che stai toccando aumentino di valore: ti stai muovendo tra le coordinate orizzontali del Foglio. Raggiungi il punto massimo a destra. Tutto a destra qual è l'ultimo quadratino? che valore ha? Il valore dell'ultimo quadratino a destra equivale alla larghezza dell'area Grafica meno 1. Per esempio, abbiamo detto che abbiamo un'area larga 100 punti; quindi la coordinata del quadratino a destra sarà 100 meno 1, cioè 99.

L'area di Disegno però ha due dimensioni: la Dimensione orizzontale, che abbiamo appena visto come identificarne le coordinate, e la Dimensione verticale. Possiamo dire che abbiamo un'area di Disegno 2D, cioè a due dimensioni, oppure bidimensionale. Appoggia il dito in alto del Foglio. Il quadratino su in alto ha la coordinata 0. È una regola assoluta, come quella della coordinata orizzontale sinistra. Il quadratino più in alto di tutti è sempre 0, non si sfugge. Mentre il quadratino più in basso di tutti equivale all'altezza dell'area Grafica meno 1. La coordinata verticale viene nominata anche come Y. Se ti indico di mettere il dito a Y 0, significa che tu metti ora il dito in alto nel Foglio. Se invece ti dico di metterlo a Y 99, significa che lo stai mettendo tutto in basso.

Prima ti ho scritto che l'area di Disegno è bidimensionale, cioè a due dimensioni. Ogni quadratino in cui può essere disegnato un punto Tattile ha una posizione ben precisa, identificabile tramite le sue coordinate X Y. Le coordinate sono sempre in coppia, l'area di Disegno è bidimensionale. Se ora ti chiedo di portare il dito sul quadratino con coordinate X 0 e Y 0, significa che tu porti il dito a sinistra in alto del Foglio. La coordinata X 0 Y 0 è sempre posizionata nell'angolo sinistro superiore. Facciamo un'altra prova: porta il dito nella coordinata X 50 Y 50. Hai portato il dito al centro del Foglio, non è vero?

La coppia di coordinate X Y vede la X sempre per prima e la Y per seconda. Se ti indico la coordinata 10 50, significa che X equivale a 10 e Y a 50. A proposito, porta il dito sulla coordinata 10 50. Dove lo hai messo? Dovresti averlo messo in orizzontale un pochino più distante del bordo sinistro, in altezza al centro.

Per ora abbiamo finito. Abbiamo visto insieme cos'è un'area di Disegno, abbiamo capito che essa ha una Dimensione e abbiamo esplorato i punti al suo interno, posizionandoli attraverso le loro coordinate. Se fino a qui è stato chiaro, fammelo sapere magari iscrivendoti nel gruppo di Biblos su Facebook.

Per ulteriore supporto ci si può iscrivere nel Gruppo di Biblos su Facebook.