DiGrande.it

Non Vedenti, Braille e Tecnologie di Stampa

Questo sito usa Cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare i collegamenti. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti al loro uso.
Leggi la Cookie Policy di DiGrande.it

Le istruzioni di indice

Le istruzioni che muovono l'indice iniziano sempre con la lettera I (I maiuscola). È indifferente che la condizione sia VERO o FALSO, queste istruzioni se raggiunte vengono eseguite sempre. Affinché possano essere eseguite correttamente, è necessario che l'interprete dei comandi arrivi su di esse, e non venga interrotto prima (corto circuito). Se si usano queste istruzioni, è utile racchiudere le altre all'interno di un blocco "(...)". Di seguito l'elenco di tutte le istruzioni disponibili.

- I+ - Indice dopo

Aumenta l'indice di una posizione. L'indice è una variabile di posizione che analizza le righe di testo. Percorre il testo al fine di tradurlo in codici braille. Questa istruzione fa in modo di far avanzare l'indice di una posizione. Per esempio:

abbiamo un codice con la stringa di testo "b";

vogliamo che la "b" venga tradotta solo se saltando un carattere ci sia un'altra "b";

la condizione che inseriremo sarà "I+Cnb";

l'indice arrivando alla prima "b", viene incrementato di una unità, e quindi si sposta alla "i". Poi usiamo l'istruzione "Cn" per verificare il carattere successivo all'indice, che è la seconda "b".

- I- - Indice prima

Decrementa l'indice di una posizione. L'indice è una variabile di posizione che analizza le righe di testo. Percorre il testo al fine di tradurlo in codici braille. Questa istruzione fa in modo di far diminuire l'indice di una posizione. Per esempio:

abbiamo un codice con la stringa di testo "o";

vogliamo che la "o" venga tradotta solo se due caratteri prima ci sia una "b";

la condizione che inseriremo sarà "I-Cpb";

l'indice arrivando alla "o" di "biblos" viene decrementato di una posizione, quindi torna alla "l". Poi usiamo l'istruzione "Cp" per verificare il carattere precedente all'indice, che è la seconda "b".

- Ir - Reimposta indice

L'indice può temporaneamente essere incrementato o decrementato. Questa istruzione rimette l'indice alla posizione di origine.

- Iw - Memorizza indice

L'indice può temporaneamente essere incrementato o decrementato. Se si vuole che la nuova posizione di indice sia mantenuta, questa istruzione fa in modo da memorizzarla permanentemente.

La memorizzazione dell'indice è un'azione che va programmata con cautela, poiché potrebbe avere risultati imprevisti nel documento braille finale.

- I< - Decrementa stringa testo

Riduce di un carattere la dimensione della stringa di testo che viene analizzata. Questa istruzione agisce solo se la condizione è TRUE. Per esempio:

Si cerca la stringa: bel

Si trascrive in braille come: 12 15

Si usa la condizione: WbI<

Quando la stringa "bel" è iniziale di parola, la dimensione della stringa cercata, in questo caso 3 caratteri, viene decrementata a 2 caratteri. La stringa che viene trascritta è solo "be", cioè i primi due caratteri di "bel", mentre l'analisi e trascrizione del testo continua dalla successiva "l".

- I> - Incrementa stringa testo

Aumenta di un carattere la dimensione della stringa di testo che viene analizzata. Questa istruzione agisce solo se la condizione è TRUE. Per esempio:

Si cerca la stringa: bel

Si trascrive in braille come: 12 15 123

Si usa la condizione: WbI>

Quando la stringa "bel" è iniziale di parola, la dimensione della stringa cercata, in questo caso 3 caratteri, viene incrementata a 4 caratteri. Il carattere che segue la stringa "bel" non verrà mai trascritto, perché l'indice di analisi lo avrà superato.

- Iu - Indice unibile con flag

Questa è una istruzione che verifica se ci siano le condizioni per reimpostare l'indice, al fine di eliminare gli spazi tra le parole. Viene utilizzata in collaborazione con il flag Xu (Flag di unione). Questo esempio ne spiega l'uso:

abbiamo un testo dove sono presenti le parole: to be, to have aggiungiamo i codici braille "be", "have" e ad ognuno diamo come condizione il flag "Xu";

aggiungiamo il codice braille "to" e gli diamo la condizione "Iu";

Quando "to" sarà seguito da "be", "have", lo spazio tra le due parole verrà rimosso, cioé l'indice verrà unito al codice seguente che possiede il flag di unione Xu.

- Ij - Indice unibile sempre

Questa è una istruzione che verifica se ci siano le condizioni per reimpostare l'indice, al fine di eliminare gli spazi tra le parole. è simile all'istruzione precedente, ma viene utilizzata sempre e non necessita del flag complementare "Xu". Questo esempio ne spiega l'uso:

aggiungiamo un nuovo codice braille e diamogli la stringa di testo "to";

come condizioni scriviamo "WwIj".

Il codice verrà utilizzato solo se "to" sarà una parola intera. Inoltre, se sarà separato da uno spazio dalla parola successiva, questo spazio verrà eliminato.

- Ia - Indice prima unito

Questa istruzione ritorna VERO se nel codice precedente l'indice ha subito una unione (istruzioni Iu e Ij). È una istruzione booleana, non modifica l'indice come fanno quelle precedenti.

- Il - Indice letterale

Questa istruzione si utilizza solo con lettere o sequenze di lettere. Attiva la trascrizione letterale della parola in cui si trova la lettera o la sequenza di lettere. In genere può essere utilizzata nelle tabelle per la trascrizione stenografica del braille, al fine di trascrivere le parole che contengono determinate lettere in modo letterale, cioè lettera per lettera. Questa istruzione fa sì che, oltre alla trascrizione letterale, la parola interessata sia marcata all'inizio e alla fine con il prefisso e il suffisso letterale.

Se questa istruzione si utilizza su una lettera singola, è necessario valorizzare il codice braille della lettera, in quanto verrà utilizzata comunque per la trascrizione braille della stessa. Se invece si utilizza su una sequenza di lettere, tale sequenza sarà utilizzata solo come codice attivatore della trascrizione letterale del testo, quindi il codice braille eventualmente assegnato sarà ininfluente.