Download BIBLOS

EspañolFrançaisItaliano

Biblos to make MP3 audiobooks

We use third-party cookies. By continuing to browse, you accept the use of cookies by us. Further information.

CONFEZIONE E ASPETTO

La confezione contiene il glucometro, un tubetto di strisce reattive, la penna pungidito, un sacchettino con alcune lancette pungidito, la custodia e il manuale. Aprendo la custodia mediante la sua zip su tre lati, al suo interno possiamo riporre il glucometro, incastrare la penna, il tubetto di strisce e riporre il sacchettino di lancette.

Il glucometro si presenta compatto e di dimensioni contenute. È un rettangolo abbastanza sottile, più piccolo di una mano. Si presume che le batterie al suo interno siano di tipo a bottone.

Nel lato inferiore del glucometro è presente la fessura dove inserire la striscia reattiva. La fessura è ben identificabile anche col tatto. Nella parte superiore al display c'è un rilievo rotondeggiante, presumibilmente il piccolo altoparlantino interno. Sul lato destro inferiore c'è un piccolo pulsante, che serve per l'accensione. Sul lato sinistro un foro, presumibilmente per inserirvi il jack di auricolari o cuffie.

La prima impressione è positiva. L'unico appunto è da fare al piccolo pulsantino di accensione, che sarebbe potuto essere più evidente e posto su una parte del glucometro meno nascosta. Una posizione più evidente sarebbe potuta essere quella in alto, vicino all'altoparlantino, spostando magari quest'ultimo vicino al lato (invece di lasciarlo al centro).

Questo è un glucometro a striscia singola. Quindi una nuova striscia deve essere inserita e rimossa per ogni misurazione. Il glucometro possiede caratteristiche vocali, che guidano la persona non vedente nelle varie operazioni. Purtroppo il glucometro per ora non possiede la lingua italiana, ma è solo in inglese e tedesco. Sembra molto spartano nelle sue funzionalità. Presumibilmente, oltre alla misurazione della glicemia, possiede pochissime altre funzioni.

Per accendere il glucometro è sufficiente tenere premuto il pulsante di accensione per qualche secondo. Il glucometro emette un breve arpeggio musicale, poi la voce annuncia qualcosa. Per spegnerlo basta agire allo stesso modo sullo stesso pulsante. Il glucometro si accende anche da solo quando si inserisce una nuova striscia reattiva.


MISURARE LA GLICEMIA

Per misurare la glicemia la prima cosa da fare è inserire una striscia reattiva nella fessura posta sul lato inferiore. La striscia reattiva possiede leggerissimi segni per poter essere percepita col tatto: Si presenta come una sottile linguetta allungata di forma rettangolare; ad una estremità possiede una leggerissima zigrinatura (quella è la parte inferiore che va inserita nel glucometro); la parte inferiore è liscia, mentre la parte superiore della striscia è leggerissimamente più ruvida; gli angoli esterni della striscia, quelli che fuoriusciranno dal glucometro sono leggermente arrotondati. Questi segnali leggerissimi tuttavia sono impercettibili per chi ha poca sensibilità alle dita, situazione non rara nei diabetici. Comunque il glucometro accetta l'inserimento della striscia solo da un lato. Non appena la striscia viene inserita correttamente, il glucometro si accende automaticamente e la voce invita l'utente ad applicare la goccia di sangue. La striscia reattiva, a mio avviso, è troppo lunga, e viene fuori troppo dall'apparecchio. Sarebbe opportuno ridurla di lunghezza e soprattutto renderla più identificabile al tatto. Il produttore dice che la striscia è stata fatta apposta così lunga per evitare di sporcarsi le dita durante la rimozione finale, a mio avviso precauzione inutile poiché di solito la striscia si rimuove usando lo stesso cotone con cui ci si è disinfettati il dito prima di pungersi.

Il sangue si applica vicino all'estremità della striscia. Essendo totalmente liscia, non si capisce bene dove appoggiare il dito e applicare il sangue, quindi si deve andare a tentativi. Sulla superficie della striscia invece ci sono delle indicazioni, che purtroppo a chi non vede servono a poco.

Un aspetto da segnalare è la brevità di attesa dell'apparecchio dopo aver inserito la striscia reattiva. Dopo poco più di un minuto di attesa il glucometro si spegne. Quindi si deve fare molto in fretta a pungersi il dito, a far uscire la goccia di sangue e a trovare il punto giusto dove applicarla. Sarebbe opportuno allungare almeno di due minuti il tempo di attesa, per dare più tempo all'utente di effettuare con comodità queste operazioni.

Quando il glucometro termina il tempo di attesa e si spegne, non dà alcun segnale di avvertimento. Quindi chi non vede rischia di applicare la goccia di sangue anche se il glucometro è spento. Sarebbe opportuno segnalare lo spegnimento del glucometro con qualche segnale sonoro o, meglio, con la guida vocale.

Le poche misurazioni che ho effettuato hanno dato valori un po' strani. Non so se il glucometro utilizzi una scala di misurazione diversa da quella che conosciamo qui in Italia. Probabilmente le misurazioni con valori errati sono dovuti anche al rodaggio iniziale che un utente deve fare col glucometro. In ogni caso il valore viene annunciato a voce. Purtroppo l'annuncio viene effettuato solo una volta. Sarebbe opportuno farlo ripetere almeno tre volte, per dare la possibilità all'utente di comprenderlo bene.


CONCLUSIONI

Tutto sommato Wellion CALLA Dialog è un glucometro con delle caratteristiche interessanti. Sicuramente da migliorare in quei piccoli dettagli che ho segnalato, per renderlo davvero prezioso per chi non vede.

Il glucometro mi è stato gentilmente offerto in omaggio dalla ditta SILAB di Giorgio Coghe. È prodotto da Wellion, un'azienda austriaca. Più info in lingua tedesca si possono trovare a questo indirizzo

http://www.wellion.at/en/Products/Blood_Glucose_Meters/wellion_calla_dialog/

Back to Various Topics or Close this page