Download BIBLOS

EspañolFrançaisItaliano

Biblos is free for educational institutions and for all

We use third-party cookies. By continuing to browse, you accept the use of cookies by us. Further information.

CONFEZIONE E ASPETTO

La confezione contiene il manuale, un sacchettino di pungidito, un accessorio per la penna pungidito e una piccola custodia, dove all'interno è ottimamente ospitato il glucometro, la penna pungidito e il tubetto con le strisce reattive campione. La custodia è ben strutturata e i vari elementi sono ben organizzati all'interno.

Il glucometro BGStar è estremamente compatto, sta nel palmo di una mano. Nel lato inferiore si trova la fessura dove andrà inserita la striscia reattiva. Nella parte inferiore sono presenti quattro pulsanti, sufficientemente distinguibili: due frecce verticali, il pulsante Conferma sulla sinistra e sulla destra il pulsante per accendere o spegnere la retroilluminazione del display.

BGStar è un glucometro a striscia singola. Ogni striscia possiede solo una scanalatura da un lato. Per inserire correttamente la striscia, quella scanalatura va posta verso l'alto e va inserita nella fessura posta nel lato inferiore dello strumento.

Questo glucometro non possiede alcuna caratteristica vocale o sonora che possa permettere a chi non vede di misurare la glicemia autonomamente. È assolutamente sconsigliato ai diabetici non vedenti che non hanno assistenza di altre persone.

Per prima cosa è utile entrare nelle impostazioni del glucometro. Per farlo è sufficiente premere il tasto Conferma, quello posto a sinistra. Si entra in un menù con varie opzioni. Le voci del menù si scorrono usando i tasti freccia. Per variare una impostazione si usa il tasto Conferma sull'opzione da modificare, si usano ancora i tasti freccia per scegliere il settaggio desiderato e si ripreme il tasto Conferma per tornare al menù principale. Per spegnere l'apparecchio si tiene premuto il tasto Conferma per almeno due secondi.

L'impostazione che interessa a noi è quella relativa ai segnali acustici. Dunque si entra nel menù, si sceglie la voce BEEP, si varia l'impostazione su ON e si conferma. I segnali acustici sono comunque insufficienti a far capire cosa succede sullo schermo, ma sono utili durante l'applicazione della goccia di sangue.

Quando il glucometro si accende la retroilluminazione è sempre spenta. Date le piccole dimensioni del display, per una migliore visione delle informazioni che man mano appaiono, è utile premere una volta il tasto a destra che accende la retroilluminazione. Il tasto di retroilluminazione, quello a destra, può essere premuto in qualsiasi momento e il display accenderà o spegnerà la retroilluminazione.


MISURARE LA GLICEMIA

Per misurare la glicemia la prima cosa da fare è inserire una striscia reattiva nella fessura posta sul lato inferiore. Come scritto, la scanalatura della striscia va rivolta verso l'alto e inserita nella fessura. La striscia è leggermente più piccola di quelle di altri glucometri. Questo consente di avere una migliore usabilità, perché la posizione spaziale dove applicare il sangue è più facilmente distinguibile.

Quando si inserisce una striscia correttamente il glucometro si accende da solo. In pochi secondi è pronto con una goccia lampeggiante, a indicare che si può applicare il sangue. Se il sangue non viene applicato, dopo un'attesa di cinque minuti il glucometro si spegne. Cinque minuti sono un lasso di tempo ottimo e ci consente con tranquillità di pungerci il dito e applicare il sangue sulla striscia.

Pur avendo attivato i segnali acustici, durante l'accensione o lo spegnimento il glucometro non emette alcun suono. Chi non vede non sa quando il glucometro è pronto per accettare il sangue, oppure quando il glucometro si spegne, quindi si potrebbe rischiare di applicare la goccia di sangue a strumento spento.

Il sangue va applicato all'estremità della striscia reattiva. La striscia non possiede alcun segnale tattile per indicare il punto esatto dove applicare la goccia di sangue. Il consiglio sempre valido è quello di fare riferimento sul bordo della striscia, il punto esatto è proprio lì. La tecnica più idonea è quella di pungersi il dito, girarlo sulla striscia, toccandola leggermente per individuare il bordo, alzarlo di qualche millimetro, spremere un po' di sangue e riabbassarlo sulla striscia.

Ho notato un'eccessiva sensibilità del glucometro a individuare il sangue, è molto reattivo. Il glucometro molte volte avvia la misurazione anche se non c'è sufficiente sangue, quindi la misurazione fallisce inesorabilmente. Quando inizia la misurazione il glucometro emette un beep, Quindi si può allontanare il dito dalla striscia. Dopo pochi secondi si ha il valore glicemico a schermo. Quando appare il risultato viene emesso un motivetto allegro, che indica la riuscita dell'operazione. Se invece viene emesso un motivetto cupo, può significare due cose: la misurazione ha dato errore, oppure la misurazione ha rilevato una glicemia troppo alta. Come riporta il manuale, il glucometro può essere configurato con valori di ipo e iperglicemia. I segnali acustici dovrebbero variare a seconda del valore glicemico rilevato.

Nonostante queste pregevolezze sonore, chi non vede non può conoscere il valore esatto delle glicemie, se non assistito da un'altra persona. Sarebbe stato opportuno segnalare almeno tramite segnali acustici il valore glicemico (per esempio, usando lo stesso metodo adottato ottimamente da Accu Chek Mobile o Accu Chek Compact Plus). Ascoltando i beep e gli allarmi emessi ho come l'impressione che siano campioni preregistrati. Se così fosse, sarebbe ancora più semplice far leggere la glicemia riproducendo i campioni sonori delle tre cifre del valore, anche singolarmente.

Infine, quando la striscia viene rimossa dal glucometro questo si spegne. Lo spegnimento non è accompagnato da alcun segnale acustico.


ATTENDIBILITÀ DELLE MISURAZIONI

Pur essendo un glucometro alquanto curato e con delle caratteristiche interessanti, dopo averlo adottato ufficialmente per le misurazioni delle mie glicemie ho notato la poca attendibilità delle misurazioni. Il mio confronto è fatto inevitabilmente con Accu Chek Compact Plus, un glucometro precisissimo. Più volte ho messo a confronto le misurazioni di BGStar con quelle di Accu Chek Compact Plus, rilevando la scarsissima qualità di BGStar, glucometro di cui non posso fidarmi. Alcuni esempi:

  • BGStar in una misurazione mi ha rilevato 277 di glicemia. Tuttavia non avvertivo una glicemia così alta. Quindi ho ripetuto la misurazione con ACCP, che mi ha rilevato un valore poco superiore a 200
  • In un'altra misurazione BGStar mi ha rilevato 49 di glicemia, quindi una ipoglicemia abbastanza importante. Tuttavia mi sono meravigliato, perché non avvertivo alcuna ipo. Ho ripetuto la misurazione con ACCP, che mi ha rilevato 82 di glicemia. Il valore di BGStar, se l'avessi preso per buono mi avrebbe indotto ad assumere zuccheri, azione che mi avrebbe provocato una iperglicemia, avendo in partenza una glicemia normalissima.
  • BGStar in un'altra occasione mi ha rilevato 255 di glicemia. ACCP ha rilevato 209. Il valore di ACCP dalle percezioni glicemiche del mio organismo naturalmente è quello corretto
  • BGStar mi ha rilevato una glicemia di 177. Ripeto la misurazione con ACCP e mi rileva 145
  • BGStar mi ha rilevato 68; ripeto la misurazione con ACCP e la reale glicemia è 90

Ho appurato che BGStar, quando la glicemia è normale tende a rilevare valori glicemici inferiori. Al contrario, se la glicemia è più alta del normale tende ad aumentare gradualmente i valori.

La misurazione della glicemia molte volte fallisce. Sono costretto a ripetere la misurazione, anche tre volte. Comunque, se alla seconda misurazione rifallisce, preferisco misurare la glicemia con Accu Chek Compact Plus, che riesce perfettamente. Questo comporta uno spreco di strisce e una frustrazione personale. Dopo queste esperienze ritengo BGStar non affidabile.


CONCLUSIONI

BGStar di Sanofi Aventis è un ottimo glucometro per quanto concerne l'ergonomia dello strumento e la semplicità del software interno. Purtroppo è un pessimo glucometro per la qualità delle misurazioni, che è la caratteristica essenziale di un glucometro. Non è adatto ai diabetici non vedenti che non hanno l'assistenza di altre persone. Non posso dare suggerimenti per renderlo un glucometro accessibile a chi non vede poiché la qualità delle misurazioni non lo rende un glucometro affidabile.

Leggi o scarica il manuale PDF di BGStar (in italiano)

Più info su BGStar si possono trovare a questo indirizzo: http://www.bgstar.it/


Specifiche Tecniche

Le informazioni tecniche qui riportate potrebbero essere inaccurate e/o insufficienti. Per maggiori informazioni fare sempre riferimento al manuale utente dell'apparecchio.

  • Dimensione: 46 x 86 x 16 mm  
  • Peso: 48 G
  • Tipo di misurazione: ELETTROCHIMICA
  • Tipo di striscia: SINGOLA
  • Campione di sangue: 0.5 MICROLITRI
  • Tempo di misurazione: 6 SEC
  • Spegnimento per inattività: 5 MIN
  • Memoria: 1865 risultati
  • Messaggi vocali: NO
  • Segnali acustici: SI
  • Beep accensione: NO
  • Beep goccia di sangue: NO
  • Beep inizio misurazione: SI
  • Beep fine misurazione: SI
  • Beep valore glicemia: NO
  • Beep spegnimento: NO

Back to Various Topics or Close this page